Come si distingue un atteggiamento rivolto all’eccellenza?

http://youtu.be/q0po__MBqFM

Come si distingue un atteggiamento mentale rivolto all’eccellenza da uno che fallirà?

Oggi vorrei Inaugurare questo Blog motivazione vincente presentandovi uno dei personaggi che ha segnato la storia per audacia perseveranza e determinazione.
Un personaggio che incarna perfettamente il concetto di IMPEGNO.
Nei miei webinar dove insegno motivazione vincente spiego la parola Impegno con una metafora, definendolo come una ricetta ossia il risultato di tre ingredienti fondamentali che devono coesistere necessariamente per ottenere un risultato vincente, IDEA – CREDERE- AUTOSTIMA.
Tutta la scrittura di libri, teorie, tecniche ruotano a sviluppare e a dimostrare questi tre ingredienti.
Molti di noi conoscono i motori Honda.
Ma quanti conoscono la vera storia di Soichiro Honda?
Di quanto è stato difficile creare dal nulla i suoi motori e la sua azienda?
Nel 1938 il Giappone è stato colpito gravemente dalla Grande Depressione del 1930, Soichiro Honda era uno studente , quando ha iniziato a creare una piccola officina, sviluppando il concetto di segmento.
La fascia elastica, anche detta segmento di tenuta, è un anello metallico aperto e appiattito che si posiziona attorno alla testa del pistone per far in modo che combaci alla perfezione con la superficie interna del cilindro.
1 ° ingrediente (IDEA)
La sua idea era di vendere l’idea alla Toyota.
Ha lavorato con tenacia giorno e notte, nella sua piccola officina, per poter perfezionare la progettazione e la produzione di un ottimo prodotto.
Era sposato e per trovare dei soldi dette in pegno i gioielli della moglie per poter avere un capitale iniziale.
Arriva il grande giorno, completa la fascia elastica e porta un campione alla Toyota, la risposta che ottiene però non è soddisfacente, gli anelli non hanno rispettato gli standard. Soichiro torna a scuola e viene ridicolizzato dagli ingegneri che risero della sua progettazione.
2° ingrediente ( Credere)
Lui pensate che si arrese? Certo che No!
Il suo focus fu quello di lavorare per raggiungere il suo obiettivo, piuttosto che concentrarsi sul suo falimento.
(Cosa ha fatto? ha scelto dove dirigere la sua attenzione ) Poi, dopo altri due anni di riprogettazione, ha ottenuto finalmente un contratto con la Toyota.
All’epoca il governo giapponese si stava preparando per la guerra.
Con il contratto in mano, Soichiro Honda aveva la necessità di costruire una fabbrica per consegnare le forniture alla Toyota, ma i materiali da costruzione erano scarsi.
Honda aveva bisogno di cemento armato per costruire la sua fabbrica, ma il Giappone aveva finito le disponibilità. Considerando che per lui la rinuncia non era una posibilità, trovò un nuovo modo per produrre il calcestruzzo .
La fabbrica era finita ormai, tutto era pronto per la produzione, quando la fabbrica viene bombardata due volte e non c’è più disponibilità di acciaio. Questa è la fine per la Honda? No! ( INIZIANO AD INTERAGIRE I DUE INGREDIENTI IDEA- CREDERE)
Soichiro ha iniziato la raccolta di latte di benzina in eccesso, scartate dai combattenti degli Stati Uniti – “Regali del presidente Truman,” li ha chiamati, che sono diventate le nuove materie prime per il suo processo di produzione.
Infine, ultima calamità, un terremoto distrusse la fabbrica.
Fu costretto a vendere alla Toyota il brevetto per la produzione delle fasce elastiche dei pistoni.
Alla fine della guerra Honda era talmente povero da non aver la possibilità neanche di poter acquistare il carburante per guidare la macchina.

3° ingrediente AUTOSTIMA ( INIZIANO AD INTERAGIRE TRE INGREDIENTI IDEA- CREDERE- AUTOSTIMA)

Si pose, però, una domanda molto potente: “Come posso usare quello che ho già raggiunto per arrivare dove voglio?”
Notò un piccolo motore e gli venne l’idea di montarlo sulla sua bicicletta.
I suoi vicini vedendo la bicicletta iniziarono a chiedere se potesse costruirne uno anche per loro, ma non si trovava una sufficeinte quantità di materiali in grado di soddisfare la domanda.

TRE INGREDIENTI IDEA- CREDERE- AUTOSTIMA

Era pronto a rinunciare? Ma certo che no! Soichiro Honda ha scritto a 18.000 proprietari di negozi di biciclette a cui ha chiesto un finanziamento per rivitalizzare il Giappone. Solo in 5.000 risposero dando il loro contributo. Purtroppo, i primi modelli erano troppo ingombranti, così ha perseverato a sviluppare ed ad adattare, finché il piccolo motore è diventato realtà ed è stato un successo.
Il progetto lo portò a un vero successo in Giappone, Honda ha iniziato ad esportare i suoi motori di biciclette in Europa ed in America.
La storia non finisce qui!! Certo che No!
Durante il 1970 ci fu una carenza di gas, questa volta in America, per cui divennero di tendenza le auto di piccole dimensioni. Honda si è così dato da fare per cavalcare la tendenza. La Honda inizia a fare auto piccole, più piccole di chiunque altro, ed ottiene un grande successo.
Oggi, Honda Corporation impiega oltre 100.000 persone negli Stati Uniti e in Giappone, ed è una delle aziende più grandi del mondo automobilistico.

Honda perche ‘ secondo voi ha avuto successo? Semplicemente perché è un uomo che ha sposato un' idea , ha agito su sè stesso credendo fortemente nelle sue capacità, non si è mai dato per vinto ed ha continuato a migliorarsi ed ad migliorare il proprio prodotto.
IL FALLIMENTO E' STATO SEMPLICEMENTE CONSIDERATO UNA OPPORTUNITA'.